Traguardo vasino

vasino.jpgAmmetto di avere preso sottogamba questa tappa della crescita del Piccolo, di aver sottovalutato la complessità dell’iniziazione e di essermi applicata poco. In altri tempi mi sarei dedicata alla “mission vasino” con ben altra determinazione.

Avrei prima di tutto comprato il libro di Brazelton “Il tuo bambino e… il vasino. Una guida autorevole per insegnare a vostro figlio la pulizia e l’igiene”. Avrei deciso che il pannolino si toglieva una volta per tutte, a costo di asciugare per giorni e giorni pavimenti e tappeti e lavare fodere di divani e sedie. Non avrei mai più ceduto alla comodità del pannolino, per non generare confusione nel pargolo, e stoicamente l’avrei portato vestito di sole mutande e braghette al parco, ben seduto sul passeggino. Non avrei fatto nessuna confusione tra vasino e riduttore, proponendogliene solo uno dei due.

Ebbene, non ho fatto nulla di tutto ciò, sto tergiversando tra giornate in cui il pannolino è off limits a ore alterne e giornate in cui il pannolino c’è, senza soluzione di continuità. I risultati stentano ad arrivare, per ora solo una volta il Piccolo si è convinto a farla nel vasino. Del riduttore non ne vuole proprio sapere. A volte urla “pipi-cacca” per dirmi che la sta per fare, altre che la sta facendo, altre che l’ha già fatta.
Dopo tre settimane posso dire di essere ben lontana dal traguardo, la speranza a cui mi aggrappo è la vacanza di giugno al mare.

Traguardo vasinoultima modifica: 2009-05-14T16:07:00+00:00da missmum
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento