Un battesimo in Francia

Ho trascorso una settimana di vacanza nel Sud della Francia. L’occasione per approdare in Provenza e trascorrerci qualche bella giornata con il Piccolo è stato il battesimo del figlio (il terzo!) di una cara amica che lì si è trasferita a vivere con la famiglia.

Mi ha molto stupito la cerimonia. Benché di religione cattolica, il rito del battesimo a cui ho assistito è stato molto diverso da quello che si partica da noi. All’inizio il prete ci ha intrattenuti nel vestibolo della chiesa con un lungo preambolo (già noi pensavamo: “bene, va via veloce, il Piccolo non avrà neppure il tempo di dare i primi segnali di impazienza”). In realtà, la cerimonia ha avuto il suo momento clou quando ci siamo trasferiti davanti all’altare.

battesimo.jpgQui la madrina del battezzando ha dovuto darsi da fare e non poco. Appoggiata la creatura su un tavolino nei paraggi, la ha completamente denudata. Nel frattempo due baldi papà trasportavano un pentolone in rame pieno d’acqua, suppongo benedetta. Il poverino, ignaro di quello che gli stava per succedere, è stato avvicinato al pentolone, ceduto alle mani del vecchio prete e prontamente immerso nel liquido, utilizzato poi per uleriori abluzioni di fronte e capelli. Ammetto che mi sono sentita un po’ male per il neonato malcapitato, che in effetti si è messo a strillare sorpreso e spaesato.

In conclusione, la cerimonia ci è parsa molto suggestiva, ma in più d’uno ci siamo chiesti: ma anche d’inverno i piccoli subiscono questo trattamento??

Un battesimo in Franciaultima modifica: 2009-07-07T13:23:00+00:00da missmum
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Un battesimo in Francia

Lascia un commento